Activision chiede risarcimento milionario a EngineOwning! I cheater su Twitter “delusi” dal servizio: “siamo stati tutti bannati”

Activision chiede risarcimento milionario a EngineOwning! I cheater su Twitter “delusi” dal servizio: “siamo stati tutti bannati”

Profilo di Stak
 WhatsApp

Activision aveva promesso una guerra senza quartiere contro cheater e sviluppatori di software illegali, e cosi è stato: negli ultimi mesi il publisher di Call of Duty ha attaccato al cuore del mondo del cheating colpendo svariate (e note) realtà che rifornivano i giocatori di cheat, ed ha al contempo anche attivato il driver kernel di Ricochet per azzerare la popolazione di imbroglioni su Caldera e Rebirth Island.

Recentemente Activision ha ulteriormente alzato il livello dello scontro, scegliendo di portare in tribunale il provider tedesco di cheat EngineOwning, che ora rischia di pagare una multa salatissima, di svariati milioni di Dollari.

Nella causa intentata da Activision in California, il publisher pretende che EngineOwning (ed i suoi diretti proprietari, con tanto di nomi e cognomi) paghi, per i danni all’immagine ed i danni procurati all’esperienza di gioco su Call of Duty (ma anche Overwatch, altro titolo di Activision Blizzard rifornito di cheat da EngineOwning, ndr), fino ad un massimo di 2500 Dollari per ogni account rifornito con dei cheat…

Nella nota si legge: “Il software fraudolento ha causato ad Activision un danno enorme ed irreparabile alla sua reputazione, ed una perdita di entrate sostanziali“, e prosegue “tale danno ha causato almeno decine di migliaia di imbrogli, e potrebbe ammontare a milioni di dollari”.

Non solo, perché Activision pretende che EngineOwning trasferisca ad Activision stessa l’intero ammontare di tutti i soldi ricevuti per la vendita di questi cheat, e secondo alcuni rumors anche in questo caso si parla di cifre spaventose e con 6 zeri, oltre ovviamente al risarcimento di tutte le spese legali sostenute per la causa.

La terza ed ultima richiesta del publisher è poi relativa alla chiusura istantanea di EngineOwning, con Activision che non è più evidentemente intenzionata solo al risarcimento dei danni, ma che punta più in alto, a creare un vero e proprio clima di terrore tra gli hacker che possa disincentivarne l’interesse nei confronti di COD.

Viste le premesse, e visto che i tedeschi di EngineOwning potrebbero presto essere obbligati a sborsare 10 o 20 milioni di Dollari di danni, speriamo che l’attacco di Activision vada a buon fine.

Ora sono i cheater che si lamentano…

A rendere questa meravigliosa situazione ancor più soddisfacente (per tutti noi giocatori onesti), vi sono poi anche le recenti polemiche nate su Twitter tra i cheater ed i venditori di cheat, con i primi che stanno accusando i secondi di avergli prestato un “pessimo servizio”.

Activision ha scoperto i vostri cheat, ci hanno bannato a tutti quanti l’hardware e siamo impossibilitati a giocare” o “I vostri cheat non servono a nulla, Ricochet mi ha estromesso dal gioco” sono solamente alcune delle frasi che i “poveri cheater scontenti” stanno indirizzando ai market di cheat…una sorta di situazione al limite del paradosso in cui i “clienti”, in questo caso i cheater, si lamentano per il “pessimo” servizio svolto dagli hacker.

Questa situazione infernale per gli imbroglioni è stata invece accolta con immensa gioia dai giocatori onesti di Warzone, estremamente divertiti (e molto soddisfatti) mentre assistevano al flame tra cheater e cheat seller.

Voi cosa ne pensate community? Siete soddisfatti dell’inasprimento da parte di Activision alla guerra ai cheater? La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Modern Warfare 2 uscirà ad OTTOBRE!

Modern Warfare 2 uscirà ad OTTOBRE!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Modern Warfare 2 – Pochi minuti fa gli sviluppatori di Activision hanno sganciato la bomba su Twitter…

Dal profilo ufficiale di Call of Duty, i devs hanno infatti svelato un nuovo teaser trailer dedicato al prossimo Call of Duty Modern Warfare 2, titolo che riporterà nell’era moderna gli operatori di tutto il mondo.

Nel post del trailer il messaggio parla molto chiaro: l’appuntamento è fissato per il prossimo 28 Ottobre, giorno in cui evidentemente sarà possibile sbarcare nel multiplayer e nella modalità Campagna!

All’interno del video, si può osservare un’imponente nave con di sopra il gigantesco logo del nuovo titolo. Tantissimi i container ritraenti alcuni personaggi iconici di MW, ed anche una data “sospetta” che ci ragguaglia sul prossimo “teaser” in arrivo…

Come avevamo accennato anche in un precedente update, dovremo aspettare fino al prossimo 8 Giugno per vedere in anteprima il gameplay.

Il 9, il giorno immediatamente successivo, toccherà poi al dev Geoff Keighley mostrare delle nuove immagini, il tutto durante il prossimo Summer Games Fest.

Ecco lo spettacolare video teaser realizzato per oggi:

L’artwork ufficiale di Modern Warfare 2

Cosa ne pensate di questa importante novità? Siete pronti per lanciarvi in battaglia sul nuovo MW 2?

La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati su MW 2: 

Activision ci prova: su Warzone sbarca l’infernale LTM “Champion of Caldera”

Activision ci prova: su Warzone sbarca l’infernale LTM “Champion of Caldera”

Profilo di Stak
 WhatsApp

Champion Caldera – Dopo lo sbarco di Kong e Godzilla su Caldera giunge un’altra nuova modalità a tempo limitata, che promette di lasciare tutti a bocca aperta.

Gli sviluppatori di Activision continuano a “martellare” l’incudine con delle mode adrenaliniche e caotiche, sempre più simili a “Ritorno Rebirth” che non al “battle royale” classico. Questa volta tocca a “Champion of Caldera“, una LTM che promette fuochi d’artificio e partite ad altissimo numero di ottani.

Pensate che in questa nuova mode, in cui saremo 150 player, avremo almeno due incredibili novità ad inizio partita:

  • Ogni giocatore inizierà con il suo equipaggiamento, come funziona in Malloppo
  • Non ci saranno “fasi” del cerchio del gas: questo si muoverà sempre, dall’inizio alla fine

Si, avete letto decisamente bene: gli sviluppatori vogliono provare a “stravolgere”, almeno a livello concettuale, la divisione delle varie fasi di gioco in BR. Ovviamente il gas si muoverà con una velocità costante, e si presuppone che sarà anche molto semplice scappare correndo con l’arma in pugno.

Le altre novità di Champion of Caldera

Oltre a tutto questo, i devs ci hanno spiegato che:

Champion of Caldera presenta un massimo di 150 giocatori e un unico cerchio che si chiude continuamente in una lotta per la sopravvivenza in stile Battle Royale.

Tutti gli operatori arriveranno con il loro equipaggiamento personalizzato, una maschera antigas e un singolo gettone di estrazione di ridistribuzione (qui i dettagli su questo nuovo gettone).

Il pool di oggetti è leggermente modificato per enfatizzare l’equipaggiamento che normalmente non si trova negli equipaggiamenti e nelle armi di rarità da epiche a leggendarie.

Raccogli denaro per visitare una stazione di acquisto potenziata, che include l’UAV avanzato, l’arco esplosivo e persino il bonus specialista a un costo elevato.

In particolare: le uccisioni in questa modalità di gioco ricaricano immediatamente la salute, l’equipaggiamento e le munizioni del giocatore, incentivando gli aspiranti campioni a giocare in modo aggressivo ed eliminare direttamente la concorrenza per avere le migliori possibilità di vittoria.

Warzone, in arrivo il PERK anti-cecchini, ed i Token per il Gulag/Rischieramento GRATIS!

 

Questa nuova modalità prenderà il via insieme alla midseason patch nel corso della giornata di domani. Tutto l’aggiornamento potrebbe essere disponibile già domani mattina, o al più tardi entro e non oltre domani alle 18.

Cosa ne pensate community? Siete pronti per lanciarvi in questa nuova ed originale sfida? La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

WhosImmortal svela le migliori armi Modern Warfare di Warzone: “PKM e BRUEN tra le TOP Long Range in assoluto”

WhosImmortal svela le migliori armi Modern Warfare di Warzone: “PKM e BRUEN tra le TOP Long Range in assoluto”

Profilo di Stak
 WhatsApp

Torniamo a parlare di armi di Modern Warfare, proponendo le ultime “migliori” delle varie categorie su Call of Duty Warzone.

L’attaccamento al glorioso multiplayer di MW è sempre stato uno dei motivi per i quali tantissimi giocatori continuano a preferire, ed a giocare, le armi di Modern Warfare a quelle di Black Ops e Vanguard.

Pensiamo ad esempio all’HDR o all’MP5, un fucile sniper ed una smg che al momento svettano come armi meta in BR.

In questo caso riportiamo il feedback dell’esperto WhosImmortal, secondo il quale sarebbero almeno cinque le armi moderne da meritare molta attenzione… andiamole a vedere tutte…

Armi moderne – Close Range

La piccola MP5 è una delle armi più celebri di sempre.

Tuttora vanta ancora tantissimi estimatori che la giocano sia su Rebirth, che su Caldera.

Precisa, ideale per i giocatori hipfire (che sparano senza entrare in modalità mirino) e dannatamente aggressiva, l’MP5 è certamente l’SMG moderna migliore del lotto.

Armi moderne – Long Range

Se sul piano degli scontri ravvicinati, l’epoca Moderna ha da offrire “solo” l’MP5, su quello degli scontri a distanza è tutto un altro discorso.

Al momento le armi moderne godono di 3 ottime opzioni AR/LMG e di almeno uno straordinario fucile da cecchino.

Le consigliate in questo caso, in ordine di importanza, sono il Bruen, il PKM, il CR56 Amax ed appunto l’HDR, al momento il miglior cecchino (anche se alcuni gli preferiscono lo ZRG) con cui oneshottare gli avversari in BR.

Loadout consigliati per armi modern Warzone

warfare Loadout consigliato da WhosImmortal per HDR
modern warzone Loadout consigliato da WhosImmortal per CR 56 Amax
pkm Loadout consigliato da WhosImmortal per PKM
mp5 warzone loadout Loadout consigliato da WhosImmortal per MP5
warzone modern Loadout per BRUEN MK9 consigliato da WhosImmortal

Cosa ne pensate di queste versioni community? La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: