cod league

Abolizione del tetto salariale e ultimi rumor sulla COD League

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

COD League – Dalle ultime indiscrezioni pubblicate da alcuni fonti molto attendibili, sembrerebbe ormai prossima l’abolizione del tetto salariale dei team della Call of Duty e della Overwatch Leaague, una misura che potrebbe de tutto stravolgere alcuni degli equilibri presenti in entrambi i campionati.

Tutte le squadre delle due leghe sono infatti obbligate a non superare un “tetto” di spese concordato con gli organizzatori dei campionati, ovvero Activision Blizzard. Le squadre che superano questo limite devono pagare una tassa, ovvero la “luxury Tax“, con i soldi ricavati da questa che vengono divisi equamente tra tutte le squadre che hanno invece rispettato il tetto salariale.

Tutto questo, pur non essendo ancora stato confermato a livello ufficiale, dovrebbe tuttavia finire proprio a partire dalla stagione 2022, come decisione presa direttamente da Activision Blizzard in risposta ad un’indagine di antitrust partita direttamente dal Dipartimento della Giustizia statunitense.

Un’altra questione che ha recentemente interessato svariati appassionati della COD League è quella relativa al potenziale cambio di nome per i Washington Justice, squadra prossima all’ingresso anche nella COD League con un nome che ha tuttavia spiazzato la maggior parte dei tifosi.

Pur non essendo ancora ufficiale, sembra infatti che la franchigia di Washington dovrebbe chiamarsi “Demon Cats“, ovvero “gatti demoniaci“, un nome sicuramente poco originale che non è affatto piaciuto ai futuri supporter della squadra.

Sempre riguardo ai nomi delle franchigie della COD League, ha destato una certa preoccupazione (ed un certo interesse) il presunto cambiamento del nome dei Subliners in New York Pizza Rat (vedi immagine di copertina). La voce, messa in giro dagli ex professionisti del team  Tommy ‘ZooMaa’ Paparatto e Dillon ‘Attach’ Price, ha seriamente preoccupato l’attuale membro del team (e probabile Capitano) James ‘Clayster’ Eubanks, che ha ironicamente commentato “se avessi saputo che era questo il nome della squadra, non mi sarei mai unito al progetto”.

Alla cosa ha quindi risposto direttamente il co-fondatore dei Subliners Farzam Kamel, che ha immediatamente negato qualsiasi tipo di interessamento dei Subliners al nome “Pizza Rat”…

La svolta di Scump

Negli ultimi giorni ha tenuto banco sui social la proposta di Scump di passare a giocare in posizione “AR” piuttosto che SMG. Come noto Scump è uno dei migliori giocatori mai esistiti di piccole SMG, abilissimo quindi nel corpo a corpo e nei combattimenti giocati a distanze molto ravvicinate.

Tuttavia, pur non essendo ancora del tutto certo, Scump ha recentemente ipotizzato uno “switch” a giocatore con fucile d’assalto, una mossa che la star degli Optic ha in mente da diverso tempo, e che vista l’età ormai non più giovanissima di Scump potrebbe realmente concretizzarsi nel corso del 2022.

Abbiamo visto qualcosa di simile nel corso della stagione 2021, quando il celebre SMG Player Kenny dei Los Angeles Thieves riuscì a passare in AR regalando delle nuove fantastiche giocate ai suoi compagni di squadra.

Cosa ne pensate di queste informazioni community? Siete anche voi curiosi di vedere quanto cresceranno gli stipendi dei professionisti ora che il tetto salariale verrà probabilmente smantellato?

La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 


Abolizione del tetto salariale e ultimi rumor sulla COD League
Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701