Mappe di Battlefield 2042 più grandi rispetto alle vecchie, e poi bot per rimpiazzare i giocatori! Non mancano però le prime critiche

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Con una nuova interessantissima immagine gli sviluppatori di DICE hanno fornito un’idea molto chiara di quelle che saranno le dimensioni delle nuove mappe di Battlefield 2042, titolo sparatutto in uscita a partire dal prossimo Ottobre.

L’argomento mappa è certamente uno dei più sentiti all’interno della community di Battlefield, anche perchè delle mappe più grandi spesso vogliono dire (oltre ovviamente a “più giocatori”) anche molto più spazio alla strategia e guerre campali dalla portata decisamente più vasta e coinvolgente.

Le attese dei giocatori per i nuovi scenari in arrivo con 2042 sono ovviamente alte, ma stando alle proporzioni indicate in questo speciale post dagli sviluppatori le dimensioni non dovrebbero affatto deludere nessuno…anzi, tutto il contrario.

Secondo quanto riportato da DICE, la più piccola delle nuove mappe sarà Kaleidoscope, che si presenta leggermente più grande della Rotterdam di BF5. Subito dopo troviamo Discarded, che è il doppio di Noshahr Canals (BF3), Orbital, Borderline e Manifest, con queste ultime tre che sono tutte più o meno simili e grandi quando 4/5 Narvik (di BF5) disposte una accanto all’altra.

Hourglass sarà poi la seconda mappa più grande del nuovo Battlefield, ed equivarrà quanto a 4 Hamada (sempre di BF5), mentre l’ultima mappa in analisi, il cui nome provvisorio è ancora “Irreversible” sarà in assoluto la più imponente…grande quasi quanto due El Alamein di BF 1942…

Ecco l’immagine in questione:

La grafica di Battlefield 2042 è Next Gen? 

Se da un lato sono numerose le aspettative e l’hype positivo per il nuovo Battlefield, dall’altro non stanno mancando le prime (seppur ancora timidissime) critiche di alcuni membri di spicco della community, uno su tutti DrDisRespect.

Secondo il noto DOC infatti (ma questa è un’opinione che ha trovato diverso supporto tra molti giocatori), non vi sarebbero (almeno per il momento) le premesse per le quali la grafica del nuovo titolo DICE e EA sarebbe “next gen” o comunque abbastanza significativa per il gioco in questione.

Il RendeZook di Battlefield è già leggenda: e su Warzone si fanno largo i primi (spettacolari) emulatori

Ancora è presto per avere un’idea chiara di quelle che saranno le potenzialità del titolo alla sua uscita, ma alcuni esperti sono a questo punto convinti che con la grafica EA avrebbe potuto fare “uno sforzo in più”.
Voi cosa ne pensate?

Dalle prime immagini viste sentite di condividere questo aspetto?
O siete al contrario convinti che già dalle premesse ci si potrà attendere un titolo “da urlo” in ogni sua sfaccettatura?

I BOT per rimpiazzare i giocatori

Sempre DICE ha poi recentemente confermato che in alcune modalità multiplayer, e certamente durante le partite coop, il gioco utilizzerà dei BOT (chiamati AI Soldiers, ndr) completamente controllati dal computer che andranno a rimpiazzare i giocatori disconnessi nel corso della sfida.

Questi resteranno in gioco fino a quando non verranno sostituiti da altri giocatori in carne ed ossa, e serviranno per non sbilanciare in modo eccessivo una squadra o l’altra in caso di eccessivi abbandoni.

La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701