Nuova ondata di ban di cheater su Apex Legends: colpito anche chi ha sfruttato il glitch degli RP

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Come per ogni altro battle/royale o gioco sparatutto, anche Apex Legends è spesso “infettato” da cheater ed imbroglioni vari che rischiano di compromettere l’esperienza dei player “corretti”.

Proprio per questo lo sforzo di Respawn di trovare ed estromettere i cheater da Apex è sempre molto importante, come testimoniano le recenti affermazioni rilasciate direttamente dal capo della sicurezza del BR di Respawn, Conor Ford.

Attraverso dei post su Twitter, Ford ha infatti confermato che lo scorso 23 Febbraio sono stati estromessi e bannati da Apex, in modo permanente, ben 652 giocatori imbroglioni, a cui si devono sommare anche i 507 giocatori di Play Station 4 bannati lo scorso 10 Febbraio.

Il post sul ban dei cheater

In quest’ultimo  caso però, parliamo di ban temporanei, visto che non si tratta di una punizione per l’utilizzo di cheat o programmi non consentiti, ma per l’aver abusato di un glitch che garantiva RP gratis. Per questi giocatori la pena sarà più lieve appunto, e non potranno rientrare su Apex prima dell’inizio della season 9.

Per quanto riguarda la situazione dei server, sembra che su quelli asiatici (in particolare su quello giapponese) la presenza dei cheater sia più importante rispetto ai server occidentali. Ma come si fa ad arrestare l’ondata di imbroglioni che rischiano sempre di invadere Apex (ricordiamo che basta anche solo un cheater per rovinare un intero battle royale)?

Al momento Respawn non si pronuncia, ma sembra che nei prossimi giorni sapremo qualcosa in più rispetto ad un nuovo aggiornamento al sistema anti-cheat.
Tocca aspettare quindi, e nel durante possiamo goderci il fatto che altri 650 cheater hanno visto azzerato il loro account.

Cosa ne pensate community?
La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701