aim assist apex

L’AIM Assist finisce nel mirino dei devs di Apex Legends

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

In quello che forse è il periodo in cui si sta maggiormente discutendo di AIM Assist negli sparatutto, gli sviluppatori di Apex Legends dichiarano che, tutto sommato, non è cosi scontato che l’assistenza alla mira continui ad esistere sul battle royale di Respawn.

A parlare è stato il dev John ‘JayBiebs’ Larson, che attraverso un TwitLonger ha voluto chiarire molti dei punti di vista del team di sviluppo riguardo a tematiche come il movimento, il crossplay e la possibilità dei giocatori di scegliere con quale periferica giocare.

JayBiebs ha quindi spiegato che stanno ancora valutando internamente quello che è il reale effetto dell’assistenza alla mira, e che non sono da escludere eventuali nuovi bilanciamenti in merito. In particolare, JayBiebs ha voluto chiarire che se svariati pro player notano che c’è un problema con l’AIM Assist, è doveroso che loro in qualità di sviluppatori affrontino l’argomento per verificarne la validità.

Cosi come è stato deciso di rimuovere il Tap Strafing con un aggiornamento recente (a danno di tutti i giocatori computer che non potranno più disporre di questo “vantaggio”) perchè “non rendeva bilanciato il confronto tra M&K e Pad“, allo stesso modo i devs potrebbero quindi introdurre dei nerf all’assistenza alla mira.

Questi nerf, anche nel caso venissero introdotti, dovrebbero comunque fare i conti con il fatto che ormai da diverso tempo i giocatori sono abituati a giocare con l’assistenza alla mira: la coordinazione cervello, occhio dito è un qualcosa di ormai abbondantemente “memorizzato” dai giocatori, e cambiare in corsa questa meccanica potrebbe fare molti danni nell’esperienza di gioco dei pad player.

PAD o Mouse? Meglio usarli entrambi

Gli sviluppatori si preoccupano quando i giocatori preferiscono una periferica ad un’altra, perchè questo è indice di poco equilibrio tra tutte le device ammesse per giocare su Apex. Ultimamente la questione si è spinta molto oltre, con tantissimi giocatori che sono ormai passati definitivamente a PAD, e con alcuni altri che stanno addirittura testando strade “alternative” per ottenere il 100% dalle loro device.

In particolare si parla di giocatori che usano il mouse e la tastiera nella fase iniziale della partita, cosi da poter sfruttare il miglior comportamento di M&K nelle fight a lunga distanza, mentre passano al controller nelle fasi finali, solitamente le più caotiche giocate in spazi certamente più ristretti.

Non appena disponibili, pubblicheremo comunque nuovi aggiornamenti sulla questione, sperando che i devs scelgano quale strada perseguire nel minor tempo possibile.

Cosa ne pensate community?
La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701