Il sistema del Jumpmaster può essere migliorato?

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Su Apex Legends esiste un particolare sistema chiamato “Jumpmaster” che regola la fase di atterraggio di una squadra sul campo di battaglia.
Per chi non lo sapesse infatti, in questo Battle Royale inizieremo la sfida saltando dalla “nave trasporto” insieme ai nostri altri due compagni di squadra; dei 3 giocatori di ogni team il pc sceglierà casualmente un “Jumpmaster” (che avrà tempo fino al lancio per scegliere di “cedere” questo ruolo ad uno degli altri due giocatori) che si lancerà per primo e che verrà seguito durante tutto il volo e fino alla fase di atterraggio dagli altri due giocatori.

Gli altri due giocatori possono ovviamente scegliere di “staccarsi” dal jumpmaster, pratica molto comune tra i giocatori dato che atterrare tutti e 3 in uno stesso punto e spesso frustrante e controproducente (dividere in 3 l’equipaggiamento che si trova per terra non è mai una buona cosa).
Il problema nasce però quando, specialmente in pug (nelle partite giocate con persone a noi sconosciute), i due giocatori che seguono il Jumpmaster non si staccano da questo (perchè non lo sanno fare, perché sono alle prime armi…possono essere molti i motivi ma non è questo il punto), atterrando nello stesso punto del leader andando spesso a compromettere la sfida dell’intero team.

Per cercare di risolvere questo problema è stato chiesto a Respawn di aggiungere, al Jumpmaster, la possibilità di interrompere il follow degli altri due cosi da compensare l’eventuale mancanza di riflessi e di prontezza dei nostri compagni di squadra.
La discussione, originariamente presentata su Reddit, ha raccolto migliaia di upvote in poche ore…talmente tanti da attirare l’attenzione di Respawn, che potrebbe quindi lavorare su una soluzione già nei prossimi giorni.

Cosa ne pensate community? Vi farebbe piacere godere di un update del genere? La discussione è aperta!

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.