Fortnite, Apex, Overwatch: su quale titolo è più difficile mirare?

Fortnite, Apex, Overwatch: su quale titolo è più difficile mirare?

Profilo di scemaax
 WhatsApp

Con gli FPS che la fanno ormai da padrone nel mercato dei videogiochi competitivi, i vari titoli hanno sviluppato sistemi di mira diversi e variegati per dare una sfida sempre maggiore ai propri giocatori: che si tratti di un FPS o di un BR come Fortnite, dunque, “mirare bene” è spesso considerato uno dei fondamentali per avere successo.

Spesso, però, non significa sempre: di questa idea è AIMER7, utente esperto in materia ed appassionato di FPS competitivi (anche ad alto livello) che da mesi svolge servizi online di coaching personalizzati rivolti proprio a migliorare ed allenare le proprie capacità di mira virtuali (riflessi, tempi di reazione, e così via).

Attivo su Twitch come streamer, AIMER7 ha da poco “rilasciato” una sua classifica personale, basata sulla sua esperienza e sui suoi trascorsi di giocatore professionista, di quale siano i titoli al in cui è più o meno importante e difficile avere una buona mira.

Fortnite, Apex, Overwatch: quanto è difficile mirare?

Le classifiche stilate da AIMER7 fanno riferimento una all’importanza che ha il sistema di mira in un determinato titolo per avere successo in un ambiente competitivo, mentre l’altra mette in luce quale siano i titoli su cui mirare efficacemente sia effettivamente complicato.

Nella prima, di seguito riportata, a spiccarla su tutti i titoli è Overwatch, che quindi risulta il titolo con il sistema di mira più difficile e complicato, mentre Team Fortress 2 risulta il titolo dove il sistema di mira è in assoluto più semplice ed intuitivo. A intervallare i due titoli ci sono due FPS duri e puri come Counter Strike: Global Offensive e Valorant (entrambi al 4° posto), ed il popolarissimo Fortnite (2° posto).

Immagine
Classifica per difficoltà del sistema di mira

Nella seconda, invece, a posizionarsi ai primi posti (quindi, quei titoli dove una “buona mira” è molto importante per riuscire a vincere) troviamo Fortnite, il titolo dove mirare bene è più importante.
Call Of Duty Warzone si piazza al secondo posto seguito da CS:GO e Valorant (4° posto). Ultimo posto, invece, per Overwatch, che dunque risulta essere il titolo dove mirare bene è più difficile ed è anche, al contempo, l’aspetto meno importante per riuscire a vincere.

Su Overwatch” spiega l’utente “puoi avere wallhack o altri trucchi e comunque perdere molte partite, mentre su Fortnite una buona mira è un mezzo talmente potente che anche la semplice mira assistita dei controller dovrebbe essere pesantemente rivista“. Continuando nella spiegazione: “Su Fortnite puoi anche non essere molto bravo a costruire, ma sparando bene i tuoi colpi ed avendo un buon posizionamento puoi vincere facilmente i tuoi scontri; se invece sei molto bravo a costruire ma non sai come mirare bene… non andrai molto lontano“.

Inutile dire che tali classifiche hanno da subito scatenato discussioni da parte di tanti appassionati che hanno criticato pesantemente AIMER7 per le sue scelte: il dibattito su quanto e come sia importante avere una “buona mira”, dunque, sembra essere più che aperto.

 

Questo articolo è stato realizzato in collaborazione con la community FB CALL OF DUTY ITALIA – Fan Community.

Il trickshot alla MW2 di Aceu è il finale perfetto per una partita su Apex Legends

Il trickshot alla MW2 di Aceu è il finale perfetto per una partita su Apex Legends

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Ennesimo, incredibile colpo di classe da parte del professionista Brandon ‘aceu’ Winn che ancora una volta trova il modo perfetto per concludere una partita classificata a Predator, l’Elo più alto raggiungibile su Apex Legends.

Sebbene l’obiettivo quando si arriva alla fine di una partita sia di vincere nella maniera più sicura possibile, alcuni player estremamente abili possono permettersi di osare e sfidare gli avversari trattandoli come manichini da allenamento.

Uno di questi sicuramente è aceu, un giocatore che in più occasioni ha dimostrato di saper ”smurfar\e” anche in mezzo ai giocatori più abili della classificata. Vediamo insieme la clip e cerchiamo di ricostruire questa azione da paura.

Il trickshot di Aceu alla Mw2 su Apex Legends

Durante una diretta streaming di un paio di giorni fa, Aceu è riuscito a raggiungere l’anello finale dalle parti di Barometro ed una volta ricevuta l’informazione che era rimasto in vita solo un nemico è partito all’azione.

Armato di Sentinel ha immediatamente individuato il nemico e saltando dalla sporgenza ha messo a segno uno sbalorditivo 360 in volo per vincere la partita e laurearsi campione Apex. La reazione presente nella clip originale spiega tutto lo stupore sia della chat, che degli stessi protagonisti, compreso Aceu stesso.

Insomma, cosa ne pensate community? Aceu è davvero il miglior giocatore di Apex Legends mai visto sulla faccia della terra? Come al solito non mancate di farci sapere la vostra con un commento qui sotto, oppure sui nostri canali social, ai quali potrete accedere usando i pulsanti che troverete in cima alla pagina.

Articoli Correlati:

Apex Legends: Armerie da rivedere su Passo della Tempesta?

Apex Legends: Armerie da rivedere su Passo della Tempesta?

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

L’introduzione con l’arrivo della Stagione 13 di Apex Legends delle Armerie dell’IMC ha sicuramente migliorato la situazione per quello che riguarda il loot su Passo della Tempesta, offrendo ai player un nuovo modo di atterrare per trovare loot sicuro e di qualità.

Una certa fetta della community ha tuttavia riscontrato alcuni problemi riguardanti questi nuovi POI, che non ha mancato di sottolineare sulle community dedicate di Reddit e Twitter.

In particolare, al centro delle lamentele, ci sarebbero alcuni utenti particolarmente disonesti e le sinergie di queste Armerie con alcune Leggende in particolare che tendono a trasformare questi luoghi in vere e proprie trappole mortali per i coraggiosi che ci si avventurano poco dopo l’inizio della partita.

Armerie su Apex Legends, i problemi riscontrati dalla community

Il primo problema che la community ha sottolineato sono i compagni di squadra che rubano il loot dalle nostre casse dedicate. Secondo alcuni utenti, sarebbe utile rendere queste casse intelligenti simili a dei replicatori, in modo che non si possa raccogliere il loot appartenente ad altri giocatori.

Un secondo caso clamoroso è quello mostrato su Reddit da uno streamer. L’autore del video, usando Caustic, è infatti riuscito a piazzare le trappole in zone ben nascoste dell’armeria, per poi posizionarsi in un angolo in attesa della finestra per colpire gli avversari con tutto quello che aveva. Inutile dire che il tutto si è trasformato in una vera e propria carneficina.

Insomma, cosa ne pensate community? Anche voi vorreste ritoccati alcuni aspetti delle armerie su Apex Legends? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati:

 

‘Newcastle è uno schifo attualmente’, ImperialHal sulla Stagione 13 di Apex Legends

‘Newcastle è uno schifo attualmente’, ImperialHal sulla Stagione 13 di Apex Legends

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Interrogato riguardo la sua personale opinione da professionista del gioco, il noto pro dei TSM Philip ‘ImperialHal’ Dosen, ha spiegato come mai secondo lui Newcastle è uno schifo per il meta attuale delle Leggende su Apex Legends. Poco più in basso il suo intervento.

Sebbene di solito la nuova Leggenda rilasciata faccia registrare dei picchi assurdi di apprezzamento (che vanno poi scemando col passare di giorni e delle settimane), soprattutto visibili nelle tabelle dei pick rates stagionali, Newcastle sembrerebbe aver invertito questa tendenza.

Dopo il rilascio, la nuova Leggenda si è infatti assestata quasi da subito ad un solido 7% di PICKRATE, posizione dalla quale non si muove ormai da giorni. Secondo alcuni il kit della Leggenda e la sua solidità in ranked gli permetterebbero di essere una buona scelta anche per chi è nuovo sul gioco, ma non tutti sono s’accordo.

Newcastle, per ImperialHal la nuova Leggenda di Apex Legends non è un buon pick

Come anticipato, durante una recente diretta streaming, Hal è stato interrogato sull’attuale situazione del Meta del gioco, domanda alla quale ha risposto come al solito senza peli sulla lingua:

”Non hai danni sulle abilità? Probabilmente la Leggende che stai giocando fa schifo. Questo è il motivo per cui Newcastle non è una buona scelta. Immaginate ad esempio di trovarvi in team con due pick molto solidi come Gibraltar e Valkyrie.”

”In quel caso avreste qualcosa come lo 0% di possibilità di riuscire ad attaccare un team nemico, perchè non avete abilità aggressive. Siete così costretti a fare solo affidamento sulla vostra mira, e su null’altro. Niente ultimate di Caustic, Niente Ulti di Horizon. Solo posizionamento e mira.”

Insomma, secondo ImperialHal su APex Legends c’era già chi poteva fare quello che fa Newcastle, ma senza rinunciare ad una buona dose di ”offensività”, che in un Battle Royale non guasta mai. Cosa ne pensate? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati: