apex cheater ddos

Attacchi cheater DDoS ai danni dei grossi streamer di Apex – Alcuni impossibilitati a giocare per ORE!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Dopo aver subito diversi attacchi DDoS durante la stessa diretta streaming, Phillip ‘ImperialHal’ Dosen, attualmente militante nelle fila del team di Apex dei TSM, ha scaricato su twitter tutta la sua frustrazione, ricevendo inaspettatamente un certo seguito di streamer che dichiarano di aver avuto dei problemi simili.

Come occorso spesso nella recente storia non solo di Apex Legends, ma anche più in generale di molti, se non tutti, i principali titoli FPS Multiplayer, le case videoludiche devono continuamente fare i conti con i più recenti stratagemmi usati da alcuni utenti scorretti per ottenere dei vantaggi sugli avversari tramite software terzi.

A parte cheat ed hack di vario genere, che nel corso degli ultimi mesi hanno letteralmente infestato le lobby un po’ a tutti i livelli, a farla da padrone negli elo più alti sono stati gli attacchi DDoS, dei quali parliamo più approfonditamente nell’articolo d’approfondimento consultabile CLICCANDO QUI.

ImperialHal e i 7 attacchi DDoS consecutivi dai cheater di Apex

Dopo una serata davvero terribile passata ad infuriarsi, Imperialhal ha denunciato su Twitter il tutto con un video in cui mostra in breve quello che ha subito per diverse ore: impossibilità di muoversi, usare oggetti e persino di uscire dalla partita, visto che l’attacco DDoS riesce a rallentare talmente tanto il server che nessun imput viene considerato.

Il professionista ha commentato con queste parole gli attacchi subiti: ”Vengo DDoSsato così forte che non riesco ad usare le granate, muovermi e nemmeno lasciare il game. In pratica quello che è successo è che sono stato forzato a prendermi una penalità di -120 RP – Signori di Respawn, questo é un GROSSO PROBLEMA”.

Hal ci ha poi tenuto a precisare di aver scoperto un inquietante dettaglio riguardo gli attacchi subiti, ossia che a rendersi colpevole di questo vero e proprio scempio videoludico, sarebbe stato un singolo individuo, che evidentemente nutre un odio talmente smisurato nei confronti dello streamer, da arrivare ad attaccarlo personalmente.

Insomma, per ora Respawn non ha ancora rilasciato nessun commento ufficiale riguardo eventuali indagini sul colpevole, ma nel frattempo diversi streamer, tra cui ROGUE, hanno lamentato le stesse problematiche durante le loro dirette. Cosa ne pensate? Come al solito non mancate di farci sapere la vostra con un commento in community!

Articoli Correlati:


Attacchi cheater DDoS ai danni dei grossi streamer di Apex – Alcuni impossibilitati a giocare per ORE!
Amin "Gosoap" Bey El Hadj

Gamer da sempre, sin da quando ero un bambino solo, proprio come lo eri tu. Ma adesso siamo amici, giusto?

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701