Alcuni PRO chiedono di togliere i punti kill dalle classificate di Apex, ma altri rispondono: “cosi si favoriscono i camper”

Alcuni PRO chiedono di togliere i punti kill dalle classificate di Apex, ma altri rispondono: “cosi si favoriscono i camper”

Profilo di Stak
 WhatsApp

Kill Apex – Il celebre giocatore e content creator di TSM (Team Solo Mid, ndr) Snip3down è da poco intervenuto su Twitter, ed ha consigliato di rimuovere i punti kill per rendere il gioco più bilanciato e “dipendente” dall’unica cosa che dovrebbe contare in un br: la vittoria finale.

Su Apex Legends il sistema classificato si divide in svariati rank, si parte dal Bronze fino ad arrivare all’Apex Predator (mentre in mezzo ci sono i rank Silver, Gold, Platinum, Diamond e Masters), e per avanzare di livello bisogna ottenere quanti più punti competitivi possibile alla fine di ogni partita.

Le kill aiutano in questo processo, e per ogni uccisione portata a termine si moltiplicano i punti ottenuti nelle ranked: in questo modo, si stimolano i giocatori ad andare “a caccia” di avversari, ma al contempo si rischia di dare troppa importanza ad un aspetto, la kill, che sarebbe più legata agli FPS che non ai Battle Royale.

Sempre Snip3down ha quindi spiegato che dal suo punto di vista bisognerebbe dare maggiori gratificazioni a chi riesce a vincere una partita (che secondo il pro dei TSM dovrebbe essere l’unica cosa importante per un giocatore di Apex), anche a costo di rimuovere completamente i kill points dalle ranked.

Il post di Sniper3Down sui punti kill di Apex

Di contro però, molti giocatori hanno risposto a questa ipotesi affermando che una rimozione dei kill points potrebbe stimolare eccessivamente i giocatori ad applicare delle strategie attendiste visto che le kill non avrebbero più valore; e questo li spingerebbe verso il fastidioso fenomeno del “camperaggio” (quando un giocatore si barrica in una casa e non si muove più di li).

Tra questi il noto Garret, che ha spiegato come dal suo punto di vista, eliminare i kill points non farebbe altro che spianare la strada ad un gioco statico e basato sul camping.

Voi cosa ne pensate community?
Credete che il sistema dei kill points di Apex Legends vada bene? O preferireste qualche tipo di intervento atto a dare “meno valore” alle kill ottenute nel Battle Royale (specialmente ora che c’è la mode Deathmatch per chi alla ricerca di un gioco più frenetico e “veloce”)?

La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

Aceu svela quale può essere considerata una delle “MIGLIORI Leggende” da usare su Apex

Aceu svela quale può essere considerata una delle “MIGLIORI Leggende” da usare su Apex

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Migliori Leggende – Il noto streamer e giocatore professionista Brandon ‘aceu’ Winn è tornato ancora una volta a creare un certo scompiglio in community dopo aver spiegato quale sia, secondo la sua ”modesta” opinione, la migliore Leggenda da usare su Apex Legends e perché.

Per tutti coloro che avessero poca dimestichezza con il mondo del professionismo su Apex Legends e nono conoscessero Aceu, CLICCANDO QUI potrete trovare un articolo che spiega perfettamente quali siano le abilità in game di questo individuo fuori dal comune.

Vediamo dunque insieme quali sono state le parole di Aceu e cerchiamo di contestualizzare e capire le ragioni che hanno portato il professionista a definire Pathfinder il miglior pick per la maggior parte dei giocatori di Apex Legends.

Pathfinder miglior Leggenda, Aceu non ha nessun dubbio

Sebbene i dati della Stagione 13 abbiano fatto registrare un incredibile 8%di pickrate per Pathfinder, il robot gentile viene raramente annoverato tra gli strongpick, sia per una generala mancanza di danni sulle abilità, sia a causa della difficoltà ad imparare come si deve tutti gli ”swing”.

Secondo Aceu, tuttavia, non è proprio così: ”Path o Revenant? Entrambi possono fare bene, ma Pathfinder credo sia la miglior leggenda da usare quando si vuole pushare. Letteralmente nessuno può coprire terreno come Path. Guardate qua, con un solo rampino sono dall’altra parte della mappa, quale altra Leggenda può farlo con l’arma equipaggiata?”

Insomma, cosa ne pensate community? Come al solito non mancate di farci sapere la vostra opinione con un bel commento qui sotto, oppure sui nostri canali social, ai quali potrete accedere usando i pulsanti in cima alla pagina.

Articoli Correlati:

 

Apex Legends Mobile, i GUADAGNI della prima settimana vi faranno impallidire

Apex Legends Mobile, i GUADAGNI della prima settimana vi faranno impallidire

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Il rilascio della versione mobile di Apex Legends sembrerebbe aver riscosso un grandissimo successo in tutto il mondo, arrivando a cifre, per la prima settimana di release, davvero incredibili. Poco più in basso vediamo insieme tutti i dettagli.

A comunicare i dati su questi primi 7 giorni di vita del gioco sono stati i colleghi di VGC in uno dei loro ultimi articoli, in cui riportano che Apex Legends Mobile avrebbe guadagnato già circa 5 MILIONI $, per la precisione 4.8, che continuano ad aumentare.

Un successo sicuramente inaspettato per i giocatori, ma non per gli sviluppatori, che probabilmente sapevano che un brand popolare come quello di Respawn avrebbe potuto fare molto bene anche nei paesi dove il Gaming da Mobile la fa da padrone.

Apex Legends Mobile, 5 milioni $ ed una strada ancora lunga

Stando a quanto riportato da VGC, gli Stati Uniti sono stato il ​​paese che ha speso di più, rappresentando il 44% ($ 2,1 milioni) delle entrate totali, seguiti da Giappone e Thailandia, due paesi dove il Mobile è decisamente più incisivo rispetto a quello da console e PC.

Per capire il grande risultato del gioco, basti pensare che PUBG Mobile ha generato circa $ 600.000 nei sette giorni successivi all’introduzione della monetizzazione nel gioco nell’aprile 2018, mentre Call of Duty: Mobile ha incassato $ 14,8 milioni nella prima settimana successiva al rilascio di ottobre 2019 (dati di Sensor Tower).

Insomma, pensate che ci sia spazio per questo gioco anche in Europa? Oppure rimarrà un fenomeno di nicchia? Come al solito non mancate di farci sapere la vostra con un commento qui sotto, oppure in community!

Articoli Correlati:

Il trickshot alla MW2 di Aceu è il finale perfetto per una partita su Apex Legends

Il trickshot alla MW2 di Aceu è il finale perfetto per una partita su Apex Legends

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Ennesimo, incredibile colpo di classe da parte del professionista Brandon ‘aceu’ Winn che ancora una volta trova il modo perfetto per concludere una partita classificata a Predator, l’Elo più alto raggiungibile su Apex Legends.

Sebbene l’obiettivo quando si arriva alla fine di una partita sia di vincere nella maniera più sicura possibile, alcuni player estremamente abili possono permettersi di osare e sfidare gli avversari trattandoli come manichini da allenamento.

Uno di questi sicuramente è aceu, un giocatore che in più occasioni ha dimostrato di saper ”smurfar\e” anche in mezzo ai giocatori più abili della classificata. Vediamo insieme la clip e cerchiamo di ricostruire questa azione da paura.

Il trickshot di Aceu alla Mw2 su Apex Legends

Durante una diretta streaming di un paio di giorni fa, Aceu è riuscito a raggiungere l’anello finale dalle parti di Barometro ed una volta ricevuta l’informazione che era rimasto in vita solo un nemico è partito all’azione.

Armato di Sentinel ha immediatamente individuato il nemico e saltando dalla sporgenza ha messo a segno uno sbalorditivo 360 in volo per vincere la partita e laurearsi campione Apex. La reazione presente nella clip originale spiega tutto lo stupore sia della chat, che degli stessi protagonisti, compreso Aceu stesso.

Insomma, cosa ne pensate community? Aceu è davvero il miglior giocatore di Apex Legends mai visto sulla faccia della terra? Come al solito non mancate di farci sapere la vostra con un commento qui sotto, oppure sui nostri canali social, ai quali potrete accedere usando i pulsanti che troverete in cima alla pagina.

Articoli Correlati: